FullScreen view

FAQ Italian

Il matrimonio è un giorno particolare. Nonostante le abitudini odierne, il “si” rimane un momento da ricordare e raccontare nel tempo. Tra l’altro spesso dimentichiamo come la componente fotografica risulti sostanziale, quasi che tutti (ospiti e sposi) si siano dati appuntamento  su un set, per far vivere una storia, una fiaba.

Il soggetto non é la sposa tantomeno il suo compagno di vita, ma l’immagine stessa. “LUI e LEI” sono attori casuali di una storia da raccontare.

Qual’è il significato delle fotografia di matrimonio

  • Per prima cosa non vuol dire reportage, ma bisogna andare oltre al semplice “ritrarre”. Il lavoro deve restituire qualcosa di “bello” la sposa deve sentirsi “principessa” per almeno un giorno.
  • Il matrimonio è ritratto, still life, persone, paesaggio e molto altro.

Hai avuto degli ispiratori

  • Ho ammirato tanti fotografi, ma non tutti erano dedicati alla fotografia matrimoniale. Nei miei lavori cerco di enfatizzare anche la componente “glamour” della sposa, in fondo la figura femminile può esprime sensualità anche col “velo bianco”.

Quali sono le difficoltà tecniche nel ritrarre il grande giorno.

  • La velocità è l’aspetto più importante: devi esser rapido tra idea e scatto; soprattutto non vanno persi gli istanti che si vengono a creare. Il cervello è la prima macchina fotografica, la differenza tra un dilettante ed un professionista sta proprio qui.

Ottica fissa o Zoom

  • Sempre ottica fissa. Con gli zoom rimani fermo alterando la prospettiva dell’immagine, mentre con le ottiche fisse devi muoverti creando tu l’immagine.

Quali ottiche usi

  • In chiesa adoro le panoramiche col fisheye, durante i preparativi prediligo il 50 mm F1.2, mentre all’esterno non può mancare il 70-200 mm F2.8.

Quale macchina usi

  • Ho iniziato con Canon 5d ed oggi siamo alla terza generazione. E’ una macchina semplice, particolarmente “user friendly” e restituisce colori molto vivi.

Gli sposi sono comparse o modelli

  • Ne l’uno, ne l’altro sono personaggi che utilizzo per creare le mie emozioni. Non mi interessa quali immagini sceglieranno gli sposi, è una questione loro.
  • Se mi dicono “quell’inquadratura non mi piace” viene meno la mia emozione.
  • Alla fine constato comunque una forte convergenza, gli sposi scelgono le foto che preferisco.

Come riesci ad ottenere immagini così perfettamente nitide

  • La prima cosa è avere una buona attrezzatura, ma la differenza come spesso accade in fotografia, deriva da un’accurata analisi della scena al fine di sfruttare al massimo la luce presente consentendo alla macchina di lavorare al meglio.

Qual’é la tua metodologia di editing

  • Come la maggior parte dei colleghi, uso Lightroom (90%) in combinazione con photoshop (10%).

Bianco e nero o colore

  • Entrambi, col digitale scatti per definizione a colori, almeno in canon. In seguito durante la post produzione se mi accorgo che il colore è poco presente, viro tutto in bianco e nero. Non sono tra quelli che scattano tutto il matrimonio in bianco e nero, personalmente penso che la componente cromatica, quando presente in modo corretto, esalti la forza espressiva dell’immagine.

Quali colori ti attirano

  • Beh non è difficile, è provato scientificamente che il nostro cervello sia attratto da rossi e blu ed anch’io non sfuggo a questa regola, purtroppo questi colori sono scarsamente presenti nei matrimoni.

Quale prodotto consegni agli sposi.

  • Fornisco tutti i file da 500 a 1000 immagini in alta risoluzione, di cui almeno una cinquantina post prodotti.
  • Mi occupo pure dell’impaginazione e stampa del book.

Sei disponibile per servizi fotografici all’estero

  • Si certo adoro viaggiare e scoprire nuovi luoghi.

Prezzi

  • Ogni matrimonio ha i suoi tempi pertanto non offro pacchetti a forfait.
  • Indicativamente si parte da 2500 CHF per una copertura con due fotografi, la consegna di tutti i file in alta risoluzione, nonché l’editing delle 50 migliori immagini.

Proponi dei workshop

  • Si quando l’agenda me lo consente, spesso la richiesta giunge direttamente da clienti ed allievi per temi specifici.

Cosa speri per il futuro.

  • Vorrei che rimanesse sempre viva in me la passione per la fotografia.